14.01.2016 20:34

Avanti tutta contro le scorie nucleari. La nostra cultura non si baratta con il deposito nazionale

Siamo soddisfatti per la decisione unanime che i Comuni prendono oggi contro l'ipotesi di realizzare il deposito di rifiuti di scorie radioattive nell'area della Murgia che riguarda la Regione Puglia e Basilicata. Un territorio dichiarato capitale della cultura europea non può essere coinvolto in nessuna ipotesi di sviluppo distrorto che l'infrastruttura del deposito imporrebbe ma deve puntare sulla valorizzazione del suo territorio, delle produzioni agroalimentari, del suo paesaggio e dalla sua bellezza. L'approvazione congiunta dei Comuni murgesi contribuirà a questo modello di sviluppo positivo e rafforza il fronte del no al deposito di scorie. Viene accolta cosi l'iniziativa lanciata dalla nostra Associazione Antinucleare nel novembre del 2015 in occasione del XII anniversario della protesta di Scanzano nella quale chiedemmo ai Comuni propabilmente coinvolti nella carta delle aree potenzialmente idoonee di convocarsi per dire un chiaro e secco no alle scorie. Ricordiamo che hanno deliberato in favore della proposta i Comuni di Rotondella, Scanzano, Tursi e precedentemente Craco e Anzi. Non hanno risposto ancora all'appello i Comuni di Santarcangelo, Montalbano, Pisticci, Ferrandina e Palazzo San Gervaso ai quali rinnoviamo l'invito di convocare al più presto i loro consigli comunali. Attendiamo infine anche il no del Consiglio della Regione Basilicata che su iniziativa del Presidente Piero Lacorazza e altri consiglieri ha già affrontato l'argomento in conferenza di capigruppo.

 

—————

Indietro


Contatti

Ass. Antinucleare ScanZiamo le Scorie

Via Taranto n. 2
Scanzano Jonico (MT) - 75020


338.7803180